Qualità Morfologica

Un aspetto tecnico spesso relegato in secondo piano è rappresentato dalla qualità morfologica del materiale, risulta invece evidente la fondamentale importanza di produrre barbatelle innestate adeguatamente sviluppate e fisiologicamente integre in tutti i suoi organi (radici, fusto, punto di innesto e germoglio) al fine di garantire, assieme a corrette tecniche di coltivazione,  un ottimo attecchimento e durata del vigneto.

In particolare bisogna prestare particolare cura alla tecnica dell’innesto, infatti è consolidato che la circolazione della linfa ha un’importanza fondamentale per la comprensione della fisiologia delle piante innestate.

“L’innesto in quanto tale rappresenta un evento traumatico per i tessuti coinvolti ed è prioritario, adottando una opportuna tecnica vivaistica, ristabilire una corretta e funzionale circolazione linfatica oltre ad una perfetta saldatura dei due bionti attraverso un adeguato callo di cicatrizzazione.”

Barbatelle con punti di innesto non ben saldati e mal vascolarizzati iniziano la loro esistenza nel vigneto già con necrosi e deviati flussi di linfa e patiranno di questi handicap per tutta la vita; infatti, a parità di condizioni di coltivazione, le renderanno maggiormente soggette a fenomeni di indebolimento e successivo progressivo deperimento.

In un contesto economico sempre più competitivo poter fare affidamento su un vigneto con un ottimo attecchimento, uno sviluppo regolare ed uniforme, sano, giustamente produttivo e longevo è un aspetto di fondamentale importanza ed è quanto esigono i viticoltori.

FOTO SFONDO QUALITA' MORFOLOGICA

Qualità Sanitaria                                                                                                                                  Qualità Genetica